recupero delle tradizioni culinarie locali

Osteria della memoria


Indagare, censire, studiare versante per versante, zona per zona, paesi, frazioni, famiglie al fine di comporre il ricettario dell’identità gastronomica della Lunigiana.

Sia per il turismo che per i beni alimentari è importante la connessione, che può essere più o meno ideale, tra l’attività di consumo ed il luogo in cui questi sono prodotti; essa accresce il valore di mercato e le possibilità di trovare maggiore appetibilità fra i consumatori esterni.


Per la cooperativa della nostra comunità, a questo proposito, l’interesse potrebbe essere quello della valorizzazione in loco del lavoro e dei prodotti delle piccole aziende agricole e dei coltivatori diretti che operano nel territorio.

Sono piccole realtà che con modalità pressoché identiche a quelle del passato producono farina di castagne, olio, miele, ortaggi e carne dall’allevamento ovino, assicurando la sopravvivenza e trasmissione di antiche pratiche agricole.


Altro concreto impegno potrebbe essere quello di incentivare la “messa in tavola” dei prodotti locali assicurando spazi ed attrezzature idonei a proporre Torrano quale “laboratorio gastronomico alimentare”, punto di riferimento (e di rifornimento) di un più ampio contesto comprensoriale, capace di garantire lo scambio e la circolazione di tradizioni alimentari  gelosamente conservate per secoli, ad esempio la cottura nei testi, e qui garantite nella loro rinnovabilità, ma anche nella loro “messa in relazione” entro un contesto ambientalmente unico e protetto.


A tutto ciò è concretamente necessario e funzionale l’allestimento e messa a disposizione della cucina di cui dispone la Cooperativa (laboratorio/osteria della memoria) già adeguatamente attrezzata, a norma delle vigenti disposizioni, collegata allo spazio “sala”, dove sia possibile elaborare e proporre a diverse categorie di utenza specializzate e non, in occasioni ed eventi programmati e mirati ad esaltare le specificità del territorio, della sua economia, il valore sensoriale delle ricette e piatti delle gastronomie locali nonché il piacere della fruizione (convivium).

Ristorazione

l’utilizzo di prodotti a km 0, per riscoprire e tramandare i piatti della tradizione famigliare locale.


Il punto di forza del progetto poggia sulla possibilità di offrire al consumatore un prodotto/pasto con materie prime prodotte nel territorio della comunità a seconda della stagionalita.

cosa c'è sul menu?

Il ristorante rimarrà chiuso durante la stagione 2020. Vi aspettiamo nel 2021!

Copyright © Tutti diritti riservati, con riserva di modifiche, salvo errori